L'imperatrice Eugenia

Franz Xaver Winterhalter, L'imperatrice Eugenia, 1852 ca.
Autore: 

Franz Xaver Winterhalter (Menzenschwad 1805 - Frankfurt 1873)

Tipologia : 
Dipinto
Anno: 
1852 ca.
Materia e tecnica: 
Olio su tela
Dimensioni: 
cm 240x155
Inventario: 
inv. mn 432

Eseguito nel 1853 è il primo ritratto ufficiale della giovane imperatrice, che aveva sposato nel gennaio Napoleone III. Eugenia de Guzman, contessa di Teba e Montijo (1826-1920), figlia di un grande di Spagna che nel 1807 aveva combattuto per i Francesi, conosce, nel salotto della principessa Matilde Bonaparte, Luigi Napoleone quando questi è presidente della Repubblica Francese. Bella, elegante, incanta il Prince-Président che la sposa nonostante che i consiglieri lo dissuadano. Franz Xaver Winterhalter esegue questo ritratto contemporaneamente a quello dell’imperatore Napoleone III. I due ritratti risultano graditi alla coppia imperiale – particolarmente entusiasta del proprio è Eugenia – tanto che vengono presentati all’Esposizione Universale di Parigi e valgono al pittore la nomina a peintre attitré de la Cour de Napoléon III.
 Winterhalter non incontrò invece il favore dei critici contemporanei che giudicarono la sua pittura volgare, pur ammettendo che «… de tous peintres [ est] le seul qui nous ait donné une image rassemblant de S.M. l’impératrice…». Eugenia è ritratta in grand costume, davanti al trono, con la corona appoggiata su un pouf; sullo sfondo, oltre un ampio tendaggio, si intravede uno scorcio delle Tuileries. Donato da Eugenia al conte Giuseppe Primoli, il quadro qui esposto potrebbe essere quello collocato nella Sala del Consiglio alle Tuileries.

Opere della sala

La sala

Sala III

Nella sala, dedicata al Secondo Impero (1852-1870), sono esposti dipinti, sculture, incisioni, mobili, oggetti, riferibili al periodo della storia francese dominato dalla figura di Napoleone III e contraddistinto da un grande fermento produttivo ed artistico all’ombra del rassicurante motto “L’Empire c’est la Paix”.

Potrebbe interessarti anche