Sala III - Il Secondo Impero

Nella sala, dedicata al Secondo Impero (1852-1870), sono esposti dipinti, sculture, incisioni, mobili, oggetti, riferibili al periodo della storia francese dominato dalla figura di Napoleone III e contraddistinto da un grande fermento produttivo ed artistico all’ombra del rassicurante motto “L’Empire c’est la Paix”.

Sala III

Oltre ai due ritratti ufficiali della coppia imperiale eseguiti da Franz-Xavier Winterhalter, sono esposte numerose stampe che illustrano momenti significativi della politica di apertura diplomatica ed economica voluta dall’Imperatore. Altre opere ricordano la vicenda del Principe Imperiale Napoleone Eugenio, unico figlio di Napoleone III ed Eugenia: i busti di Jean-Baptiste Carpeaux, la statuetta in cera di Emmanuel Frémiet che lo rappresenta in uniforme di Tamburino della Guardia, l’ultima sua foto come ufficiale dell’armata inglese prima della partenza per il Sudafrica e l’acquerello di Orlando Norio che documenta il suo funerale a Chislehurst, non lontano da Londra.
Nella vetrina ovale sono conservati, oltre ad alcune medaglie commemorative, una coppia di ritratti in miniatura raffiguranti la regina Vittoria e Napoleone III, lo spadino in bronzo dorato e madreperla offerto nel 1830 dai fratelli Braccini, patrioti spoletini a Napoleone Luigi, fratello del futuro imperatore, ed un gruppo di porta-bouquets, elemento essenziale delle toilettes femminili nei grandi balli a corte. I divani e le poltrone che arredano la sala provengono invece da una residenza parigina di Matilde Bonaparte.

Franz Xaver Winterhalter, L'imperatrice Eugenia, 1852 ca.
Dipinto

Franz Xaver Winterhalter (Menzenschwad 1805 - Frankfurt 1873)

1852 ca.
Franz Xaver Winterhalter, L'imperatore Napoleone III, 1852 ca.
Dipinto

Franz Xaver Winterhalter (Menzenschwad 1805 - Frankfurt 1873)

1852 ca.
Jean Baptiste Carpeaux, Napoleone Eugenio con il cane Nero, 1865
Scultura

Jean Baptiste Carpeaux (1827 - 1875)

1865